Home / Rubriche / Album / Amarcord / A Dynamic New Jazz Sound – Recensione
The Dynamic New jazz Sound
The Dynamic New jazz Sound

A Dynamic New Jazz Sound – Recensione

The Wes Montgomery Trio

Wes Montgomery – chitarra, Melvin Rhyne – organo  e Paul Parker – batteria.

La più grande chitarra nell’universo jazz negli anni Sessanta, Wes Montgomery, compone un tributo magnifico all’arte della musica jazz, proponendo un loop nuovo di dinamica musicale.

The Dynamic New jazz Sound  è un album composto da undici tracce di classico jazz, insieme a altre due firme storiche quali Melvin Rhyne e Paul Parker non bastano le parole per descrivere tale musica.

Wes Montgomery

John Leslie “Wes” Montgomery nasce a Indianapolis il 6 marzo 1923, dedica tutta la sua vita al jazz. E’ riconosciuto universalmente come il maggiore chitarrista nella storia del jazz: evolve e sviluppa tracce lasciate dal passato e il suo nome diventa indelebile.

Melvin Rhyne

Melvin Rhyne nasce a Indianapolis nel 1936 e fin da bambino intraprende lo studio del pianoforte. L’abilità nel suonare il pianoforte, Rhyne si traduce anche nell’abilità di suonare l’organo scorrevole, diventando un pezzo unico.

Paul Parker

Paul Parker, genio indiscusso della batteria, partecipa attivamente al The Wes Montgomery Trio risuonando le note in un completo mix anacronistico tra gli strumenti: li segue, li asseconda li valorizza.

La potenza musicale di questi tre grandi nomi ovviamente non si riduce in queste tre righe, e ci sembra necessario solo inserire poche parole per introdurre l’ascoltatore all’album proposto. Lasciamo a voi la pazienza e la curiosità di cercare informazioni e notizie di Wes Montgomery, Melvin Rhyne e Paul Parker: la riscoperta di tale album ci allieta nel condividere con voi tale sound, storicamente eterno.

Conclusioni

Per concludere: The Dynamic New jazz Sound è un album innovativo del genere jazz, dove le note sincopate prendono forma e dimensione negli strumenti di tre grandi musicisti unici e speciali. Consigliamo l’ascolto dell’album anche a chi non si è mai avvicinato al jazz e anche quando questo genere musicale non è il genere preferito, perché assapora lo stile magico di grandi musicisti che toccano gli strumenti con grazia e poesia.

La poesia scritta in undici brani strumentali che parlano e dicono perché il jazz è jazz: non ci si deve fermare alle apparenze, ma fermarsi e ascoltare.

Da segnalare “Round Midnight” una bellissima e leggera brezza ambient che entra nelle vene rilassate dal momento dell’ascolto e scorre l’interno dell’anima, raccogliendo i momenti di perturbata negatività, trasformandoli in scorrevole serenità.

Ti è piaciuta la recensione? Vuoi acquistare gli album dei The Wes Montgomery Trio? Vai su Amazon e acquista online! Semplice e comodo!

A Dynamic New Jazz Sound: Tracklist

  • Round Midnight
  • Yesterdays
  • The end of a love affair
  • Whisper not
  • Ecaroh
  • Satin Doll (take 5)
  • Satin Doll
  • Missile Blue (take 5)
  • Missile Blues
  • Too Late Now
  • Jingles

Redazione

Redazione

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*