Home / Artisti / Esce l’album dei Tre Allegri Ragazzi Morti: Sindacato dei sogni
tre, allegri, ragazzi, morti, nuovo, album
Nuovo Album - Sindacato dei sogni

Esce l’album dei Tre Allegri Ragazzi Morti: Sindacato dei sogni

I sogni diventano realtà

Inizia l’anno 2019 e i botti di Capodanno riecheggiano fino al 25 gennaio, data nella quale esce il nuovo album dei TARM “Sindacato dei sogni” per La Tempesta Dischi distribuito da Believe. Le maschere sono disegnate dal chitarrista, cantante e fumettista Davide Toffolo e si annuncia un lavoro attesissimo per tutti i fans e il pubblico che aspetta questo nuovo progetto, pronti ad ascoltarlo nei loro cellulari e radio.

Non siamo stati abbandonati dalla loro musica infatti, ci hanno accompagnato nel percorso artistico contemporaneo due singoli “Caramella” e “Bengala” e la band mascherata più amata d’Italia è pronta con il nuovo tour. I Tre Allegri ragazzi Morti hanno una carriera di vent’anni alle spalle passando da ispirazioni diverse: dal punk rock naif delle origini, al reggae, alla cumbia, mantenendo sempre una forte riconoscibilità e poetica.

La festa in musica per la nuova uscita è a Milano al Santeria Social Club, ma poteva tranquillamente essere fatta nella città natale di Pordenone. Se si pone una domanda a Davide Toffolo la risposta è quella di essere ispiratori di indipendenza artistica e comunicatori di una musica diretta e poetica.

Biografia

Tre Allegri Ragazzi Morti sono nati nel 1994 a Pordenone, città del Friuli Venezia Giulia, sede di grandi industrie metalmeccaniche e manifatturiere, ma poco propensa allo sviluppo. Il chitarrista e fumettista Davide Toffolo inizia a suonare alla fine degli anni Settanta quando la sua città era il centro del punk rock in Italia.

La corrente intellettuale si chiama “The Great Complotto” nascono numerose band punk rock e new wave, ma sono i Tre Allegri Ragazzi Morti ad avere grande seguito. Siamo nel 1964, iniziano le prime autoproduzioni musicali indipendenti e si arriva al 1997 quando esce il primo LP della band e arrivano le grandi case discografiche.

Redazione

Redazione

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*