Home / Green / Formaggi Sostenibili: incontro di gusti veneti e umbro-marchigiani
Gemellaggio Formaggio Sapori
Gemellaggio Formaggio

Formaggi Sostenibili: incontro di gusti veneti e umbro-marchigiani

Gemellaggio di Sapori

La Festa dell’Agricoltura di Istrana (TV) è pronta ad accogliere il seminario sostenibile enogastronomico: “I formaggi per una vicinanza di intenti”. Venerdì 13 settembre alle ore 20.00, i prodotti caseari dell’Appennino umbro-marchigiano incontrano quelli veneti. La degustazione è guidata dal coordinatore de “Le Fattorie dei Sapori Veneti” Giancarlo Coghetto e dal sommelier Silvano Favarin.

Presentazione

Le aziende casearie presenti presentano i loro prodotti tra cui: Agros, il formaggio fresco a latte crudo de Le Fattorie dei Sapori Veneti, il Pecorino dei Monti Sibillini, la ricotta salata della Valnerina e ancora il Formaggio del Conte di latte vaccino crudo a pasta gessata e il Casec, formaggio a latte crudo affinato in foglie di castagno e con stagionatura tre mesi.

Come afferma Giancarlo Coghetto: “L’Appennino umbro-marchigiano e la Regione Veneto sono due meravigliosi territori che hanno molto in comune, a partire dal rispetto della tradizione e della volontà di valorizzare i prodotti al naturale, sinceri e genuini. In particolar modo, Le Fattorie dei Sapori Veneti hanno deciso di fare squadra e crescere insieme, con l’ambizioso obiettivo di far conoscere i formaggi e i salumi di fattoria e di diffonderne l’attenzione e l’interesse anche oltre i confini regionali”.

Fattorie dei Sapori Veneti

Le Fattorie dei Sapori Veneti portano avanti la sfida, della produzione di formaggi di fattoria al naturale e sostenibile, riprendendo l’idea del pastore-casaro e ritornando alle origini della tecnica casearia, basato sulla lavorazione del latte crudo con i suoi fermenti naturali selvaggi, ottenuto esclusivamente in allevamenti di proprietà e trasformato grazie a caglio e sale all’interno della stessa azienda.

Il progetto “Le Fattorie dei Sapori Veneti” raggruppa ventisei imprese agroalimentari venete e due operatori della ristorazione e ha l’obiettivo di valorizzare i prodotti al naturale, sinceri e genuini e unirli al produttore, presentazione umana oltre che produttiva ed economica.

Sempre per il messaggio primario, l’obiettivo è di proporre prodotti di pregio complementari o alternativi alle produzioni standardizzate industriali.

Redazione

Redazione

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*