Home / Rubriche / Interviste / Intervista a Antonella Arancio – Quel vuoto immenso
ritorno, pop, sanremo, vuoto
Antonella Arancio

Intervista a Antonella Arancio – Quel vuoto immenso

Antonella Arancio – Quel vuoto immenso

Il Grande Ritorno

 

Intervista in esclusiva alla cantante che annuncia il grande ritorno sulla scena musicale italiana.

 

  • Chi è Antonella Arancio?

Caratterialmente sono una persona semplice, mi accontento delle cose sincere e piccole, sono una persona solare. Professionalmente il momento più bello è quando partecipai al Festival di Sanremo nel 1994 nelle Nuove Proposte con “Ricordi del cuore” e nel 1995 con “Più di così” nella categoria Big, ma per una serie di motivi mi sono allontanata dal mondo musicale. Sono ritornata con un nuovo singolo perché questa cosa mi è mancata, fin da piccola ascolto molto la musica vivendo in una famiglia con mamma che lavora in radio e quindi sono sempre stata avvolta da questo mondo affascinante.

 

  • Esce il nuovo singolo “Quel vuoto immenso” ci racconti questo vuoto immenso?

“Quel vuoto immenso” nasce perché vorrei trasmettere quel vuoto che ho vissuto lontano dalla scena musicale. Il brano è nato un giorno mentre ero in macchina, ha cominciato a girarmi in testa la melodia, poi arrivata a casa sono nati spontaneamente i versi che ho scritto.

 

  • Quando nasce l’amore per la musica?

In famiglia mi hanno sempre detto che cantavo già quando ero nella culla e poi con mamma che lavorava immersa nella musica mi è stato più semplice intraprendere questa strada.

 

  • Dove hai trovato la forza di ritornare con un singolo?

Vent’anni sono tanti e la difficoltà sembrava molta, invece oggi il mondo musicale è cambiato, attraverso la tecnologia e i social, un artista può individualmente crearsi un suo percorso, ragion per cui ho deciso di far sentire ancora la mia voce che mi contraddistingue. E’ sempre stato il mio sogno ritornare. Mi piacerebbe ritornare al Festival di Sanremo: “Voglio ripropormi con una maturità e una consapevolezza oggi più forte”.

 

  • Com’è cambiato il mondo musicale?

Oggi c’è tanta carne al fuoco, anche troppa, io vorrei rimanere nella musica di qualità e vorrei rimanere in quell’area di poter fare quello che mi piace liberamente. Sono legata ancora alle belle canzoni, non riuscirei a uniformarmi al normale.

 

  • Quindi quale pubblico preferisce?

Sicuramente il pubblico attento a quello che le mie canzoni comunicano, non disdegno riuscire a raccogliere un pubblico giovane, mi soddisferebbe molto.

 

  • Tre parole che rendono speciale la sua personalità?

Non è facile. Direi: voce, emozione e diversa. Mi piacerebbe che la mia voce trasmettesse emozioni e che arrivasse la sua credibilità.

 

 

 

Redazione

Redazione

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*