Home / Rubriche / Interviste / Intervista a Moreno Delsignore: Risveglio il nuovo album
Moreno, Delsignore, Queen, Innuendo, Risveglio, Musica
Moreno Delsignore - Intervista

Intervista a Moreno Delsignore: Risveglio il nuovo album

I Queen massimi ispiratori

  • Chi è Moreno Delsignore?

Un artista e Vocal coach, già cantante della band Scomunica ho intrapreso la carriera solista dopo anni di militanza sui palchi di tutta Italia arrivando a pubblicare l’esordio discografico intitolato “Risveglio”. Il disco contiene quattordici canzoni tra cui la rivisitazione di “Innuendo” dei Queen. A detta anche degli esperti, in un’intervista con Luca Garrò autore del libro “Freddie Mercury” nessun altro artista italiano si era mai cimentato con questa canzone.

  • Chi sono gli artisti che l’hanno ispirato?

Led Zeppelin, Pink Floyd e soprattutto i Queen, da qui l’idea in questo mio primo album solista “Risveglio” (Vrec Music Label/Audioglobe) uscito da poco, di rendere omaggio ad un brano incredibile come “Innuendo”,vero e proprio lascito più che testamento di un artista immortale come Freddie Mercury, perché come egli stesso disse ”lui non sarebbe rimasto qui per sempre ma le sue canzoni si…”

  • Perché ha scelto proprio il brano “Innuendo”?

L’ho scelto, per il messaggio in esso contenuto, soprattutto in quella frase del testo: “You can be anything you want to be Just turn yourself into anything you think that you could ever be. Be free with your tempo, be free be free. Surrender your ego – be free, be free to yourself “ che indica chiaramente quale infinita possibilità ci sia per tutti noi nel guardare alla vita senza pensare ad un limite. Certo richiede coraggio ma la vita stessa di Freddie, come anche il film “Bohemian Rhapsody” recentemente uscito racconta, fu un viaggio trasformativo che trovò il suo pieno compimento nell’accettazione e nell’affermazione della propria identità umana ed artistica, perché la nostra unicità è la nostra unica profonda ricchezza ed un essere è meraviglioso quando vive la vita per cui è qui.

  • Ci sono state difficoltà durante la realizzazione?

Il brano è tecnicamente complesso, partendo dai diversi cambi di tempo e dai diversi mondi che lo compongono poiché si spazia dal Rock al Flamenco, dalla Ballad all’Opera per arrivare all’estensione ed alla tecnica vocale richiesta, fino alla necessità di creare un forte impatto corale tipico e caratteristico del mondo Queen e naturalmente calarsi in una interpretazione emotivamente credibile e sincera. Molti grandi artisti sono caduti su prove simili, ricordo anche Robert Plant durante il memorial del 1992. I grandi padri della vocalità moderna, quali Plant, Stratos ed altri furono dei pionieri istintivi ai quali rivolgere eterna gratitudine per avere indicato la via ad un uso prima sconosciuto della voce, le caratteristiche di fraseggio di Plant che viene dal Blues e Folk sono completamente diverse dalla richiesta melodica di “Innuendo”, dove le note alte-lunghe-tenute la fanno da padrone, senza un approccio anche tecnico sarebbe stato impossibile.

  • Ha realizzato un proprio arrangiamento?

Ho voluto rileggere la ritmica incalzante del brano con un incedere di Bolero affidato agli archi ed alle chitarre acustiche ed ogni suono è analogico, dal vento e licheni prodotto con la mia voce, alle campane tibetane, dalle nacchere alle mani che scandiscono il Flamenco, naturalmente suonando tutto in tempo reale dall’inizio alla fine limitando la sovraincisione alle parti corali. Nella seconda parte abbiamo restituito la forza del rock permettendo agli strumenti canonici di spingere al massimo.

  • Parlando di “Risveglio”, “Innuendo” fu probabilmente il punto di massima espressione matura della vita di Freddie, ritiene che a oggi questo suo disco sia la sua massima espressione?

Si, la lunga gestazione di questo album durata ben 8 anni, tra scrittura dei brani, ricerca dei suoni ed arrangiamenti, registrazioni mix e ricerca di una etichetta di valore per la pubblicazione, è coincisa con un mio viaggio trasformativo musicale ed umano che mi ha portato oltre il mondo del rock fino all’espressione cantautorale a tratti pop, inteso come popolare ovvero fruibile a molte persone, perché senza il riscontro del pubblico un ‘opera non può produrre a pieno il proprio risultato, non si può fare l’amore da soli. Un viaggio che mi ha portato qui, ad un punto di partenza dove posso scrivere pagine nuove con la forza dell’esperienza e l’entusiasmo di chi “sente” la vita nel cuore.

Contatti: Moreno Delsignore

Dove Acquistare: Amazon

Redazione

Redazione

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*