Home / Rubriche / Recensioni / Leonardo Angelucci album esordio: Questo Frastuono Immenso
leonardo, angelucci, questo, frastuono, immenso, album, musica
Leonardo Angelucci - Questo frastuono immenso

Leonardo Angelucci album esordio: Questo Frastuono Immenso

Mettiamo in ordine questo frastuono

Il frastuono non è una positività, è baccano, rumore, grida incontrollate e tanto stress. Il cantautore romano, frontman dei Lateral Blast, mette un po’ di ordine al frastuono. Nel suo primo album da solista parla della capacità di amare ed essere felici, narra della linea di confine tra amore e amicizia, racconta del desiderio di possedere il bene e di tenere a debita distanza il male e vive del bisogno di distrarsi e della fatica a lasciarsi andare. “Questo frastuono immenso” contiene collaborazioni come Simone “Bujumannu” Pireddu dei Train to Roots e Daniele Coccia Paifelman de Il Muro del Canto.

E’ un album composto di dieci tracce che viaggiano dal poprock alle sonorità sixties, dal folk al reggae, passando per il punk e ritmi calypso. Il produttore è Manuele Fusaroli, professionista del suono, musicista e noto produttore di nomi quali The Zen Circus, Tre Allegri Ragazzi Morti, Nada, Luca Carboni, Motta, Nobraino e Le luci della centrale elettrica.

Consigliamo “Questo frastuono immenso” perché interessante il viaggio nei racconti felici, lasciandoci lontano il frastuono, accompagnato da un sound speciale nonché originale.

Traklist

  • Altopiano
  • Jurassic Park
  • Sedile Posteriore
  • E’ Natale
  • Coincidenze
  • Confine
  • Sa Terra feat Bujumannu
  • Un’altra canzone
  • Nebbia e zanzare
  • Un minuto

Biografia

Leonardo Angelucci nasce a Roma nel 1991 e studia chitarra acustica. Il suo primo album s’intitola “Nightbus”, produce poi altri due album inediti “I’m free” e “La luna nel pozzo”. La carriera da solista inizia nel 2016 quando esce con il primo Ep “Contemporaneamente” per l’Alka Record Label di Ferrara. Vince il premio Indie “Al Ponte” e il contest su Lucio Battisti, guadagnando la partecipazione a due serate del MEI di Faenza.

La sua musica apre concerti di Coez, Giorgio Canali, Roberto Billi, Daniele Coccia Paifelman, Leo Pari e molti altri. Come dicevamo il 19 ottobre esce “Questo frastuono immenso”, l’album di debutto. Il disco è stato anticipato, ad agosto, da “Sedile posteriore”, il primo singolo estratto.

Dove acquistare: Questo frastuono immenso

Redazione

Redazione

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*