Home / News / Musica Jazz download gratuito
musica jazz streaming gratis
Musica Jazz in streaming gratis

Musica Jazz download gratuito

Musica Jazz Gratis

David W. Niven è un uomo normale,   con un lavoro normale, un professore di una scuola superiore del New Jersey, ma che nel corso della sua vita, ha raccolto una delle più grandi collezioni di musica jazz esistenti. Durante la sua vita infatti, il professor Niven ha collezionato migliaia di 78, 45 e 33 giri di musica jazz, la maggior parte riferita all’epoca pre-bebop. Ma nel suo immenso catalogo si può trovare anche da Frank Sinatra a Charlie Parker, da Duke Ellington fino a Lionel Hampton, passando per Louis Armstrong, Bix Beiderbecke, Duke Ellington, e molti altri artisti di nicchia e  altri famosissimi.

Il professore Niven sperava anche, grazie a questa collezione che nel frattempo era diventata immensa, di fare innamorare i suoi figli e i suoi studenti a questo genere musicale e per farlo, iniziò a riversare tutti i dischi su musicassetta, in ordine cronologico e registrando pure la sua voce tra una canzone e l’altra, con tutti i riferimenti come musicisti coinvolti, luogo e data della registrazione, cantanti ecc.

Dove trovare l’intero archivio in streaming gratis?

Alle fine David W. Niven si è ritrovato con più di 10.000 ore di musicassette registrate. Nel 2013, a circa dieci anni dalla morte del prof. Niven, la collezione completa è stata donata ad una scuola, la Foxborough High School,  dove, un altro professore, Kevin J. Powers ha pensato bene di fare un ulteriore riversamento e ha digitalizzato l’intera collezione, ripulendo anche l’audio e scansionando tutti gli appunti lasciati dal prof. Niven. L’intera collezione è ora disponibile in download gratuito e in streaming gratis a questo indirizzo. Il totale della collezione è di 637 giga, per oltre 1000 ore di musica jazz. Forse una delle migliori collezioni di musica jazz di sempre, che rappresenta il meglio che questo genere musicale abbia saputo fare, adatto per tutti, dagli appassionati di sempre, a chi si intende approcciare a questo genere per la prima volta.

Redazione

Redazione

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*