Home / Rubriche / Recensioni / Recensione di Provincia: Album di Drupi uscito nel 1978
musica, provincia, album, drupi
Recensione Album Provincia - Drupi

Recensione di Provincia: Album di Drupi uscito nel 1978

Album famoso sulla vita di provincia

 

La musica di Giampiero Anelli ha più successo nell’Est europeo piuttosto che in Italia. Sembra una parodia ma Giampiero Anelli, in arte Drupi, porta la sua musica a uno strepitoso successo dove negli Anni Settanta era vietata la musica anglo-americana.

L’album “Provincia” racconta la quotidiana vita delle piccole città e paesi della provincia italiana. Oltre al lavoro e allo svago, sempre nei soliti posti, rimarca l’ignorante consuetudine di monotonia, malelingue, chiacchiere maligne e ore passate al bar, senza dare peso. E’ pubblicato nel 1978 dalla Real Music.

I racconti autoriali dell’album percorrono serenamente le vicissitudini quotidiane della gente che vive in provincia, con le abitudini e i problemi del tempo. Usare una “500” che faceva fatica a partire è segno degli Anni Settanta, le sale da ballo il sabato sera, i tragitti in bicicletta e gli scherzi tra amici.

Un’Italia che ora non c’è più. Il successo di Drupi è tutto verso Est, dove anche nomi come Adriano Celentano, non riescono a fare gli stessi numeri. Nel 1973 arriva ultimo a Sanremo con la canzone ”Vado via”, scritta insieme a Luigi Albertelli e Enrico Riccardi, tanto che pensa di ritornare al vecchio lavoro di artigiano. Intanto però diventa famoso in Paesi lontani e rimane la sua arte viva e presente.

 

Biografia

Come dicevamo il nome anagrafico è Giampiero Anelli, nasce a Pavia nel 1947 e debutta discograficamente con il gruppo delle Calamite. Drupi è il nome di un folletto protagonista di una commedia per bambini. Nel 1973 partecipa al Festival di Sanremo con il brano “Vado via” e arriva ultimo.  La Francia è il suo trampolino di lancio per arrivare in Polonia, in quella che negli Anni Settanta era la Cecoslovacchia e si diffonde in tutto l’Est europeo. Citiamo brani come: “Piccola e fragile”, “Soli”, “Sereno è”, “Due” e “Bella Bellissima”. Negli Anni Ottanta e Anni Novanta esce con “Era bella davvero” e “Voglio una donna” solo come citazione.

 

Perché acquistare: Chi non ha vissuto gli anni settanta in provincia, li può scoprire.

Perché non acquistare: Sarebbe un peccato privarsi di una chicca.

 

Tracklist

Provincia – 3:30

Io non so mai – 4:17

Un’onda – 3:12

Osteria tre re – 4:08

Vendo tutto – 4:24

Piero va – 4:16

Gente – 3:12

Non è gran che – 4:07

Ubbbriaco – 4:13

E così cominciò – 3:10

Redazione

Redazione

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*