Home / Artisti / Valentina Gaia esce il nuovo brano inno contro la solitudine “Lonely”
Valentina Gaia Lonely nuovo disco
VALENTINA GAIA - LONELY

Valentina Gaia esce il nuovo brano inno contro la solitudine “Lonely”

L’indipendenza in Lonely

La cantante e cantautrice Valentina Gaia è già presente su Radio Conclas grazie al suo progetto culturale Ferrante Fever. Oggi ci presenta il suo nuovo disco Lonely, un inno d’indipendenza dalla solitudine.

Il brano uscito con INRI, è il canto privato di una nuova solitudine che s’intreccia al levarsi parallelo di una crescita necessaria. La firma artistica del brano è di Andrea Bergesio, persona già conosciuta per essere già vicino a Valentina Gaia nelle produzione musicali, quando uscì la colonna sonora del documentario Ferrante Fever ed estratto dall’album From Picnic to Club in uscita nel prossimo autunno.

L’idea di Lonely passa tra New York e Milano in un momento molto emotivo della cantante, una sensazione che cancella i confini e accorcia le distanze.

Il singolo è una ballata nostalgica che smorza l’animo allegro dell’ukulele, cullata da un testo che rende omaggio alla poetica di David Foster Wallace e che pur parlando di isolamento emotivo è figlia di un grande lavoro di gruppo a più voci e latitudini.

Biografia

Valentina Gaia è un’artista poliedrica, sempre impegnata su vari fronti tra i quali letterari, cinematografici e musicali. Il discorso che si affrontava prima, della visione artistica senza confini, sembra essere presente anche nella sua espressività, che non si ferma di fronte a nulla.

L’artista è al terzo singolo, dopo Fever Song e How Long I’ve Loved You? Un brano di chiusura della colonna sonora del film Il Ragazzo Invisibile di Gabriele Salvatores, quando nel 2019 l’Orchestra del Teatro Regio di Torino lo suonò in occasione dell’apertura di Torino Città del Cinema 2020 e del Torino Film Festival.

Valentina Gaia attualmente è al lavoro sulla sceneggiatura del suo primo film prodotto da Nightswim e Ascent Film che ha appena ottenuto i fondi del Mibact per il sostegno alla produzione, un film scritto a quattro mani da una coppia che ha affrontato una separazione dopo lunghi anni, e diventerà anche un romanzo per l’editore Harper Collins Italia.

Ferrante Fever

Si pensa che Elena Ferrante sia uno pseudonimo e questo sfondo misterioso alimenta ancora di più il progetto cinematografico di Ferrante Fever, e il brano Fever Song, che accompagna i titoli di coda del progetto cinematografico, è nato dopo un’attenta lettura dei romanzi di Elena Ferrante, una scrittrice senza volto.

Il fascino di questa realtà letteraria italiana si trova nel suo caratteristico e originale mondo narrativo, interessante l’interpretazione artistica delle diverse forme di cultura, mettendole semplicemente in dialogo tra di loro, molto semplice da esprimere.

Redazione

Redazione

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*