Home / Artisti / Bandabardò: la più scatenata e colorata folk band italiana
musica, folk, italiano, ballare
Bandabardò

Bandabardò: la più scatenata e colorata folk band italiana

Ballare, ballare, ballare

La Bandabardò fa ballare l’Italia e l’estero da molti anni, con i suoi oltre milleduecento concerti e ventiquattro anni di attività. L’imperativo della loro musica è portare divertimento e allegria dei live nelle città dove sono accolti. La Bandabardò può definirsi a buon diritto una delle live band folk rock più vitali in Italia. Il nome, come è facile intuire, è un omaggio per assonanza a Brigitte Bardot.

L’idea iniziale dei due fondatori, Enrico Greppi e Alessandro Finazzo era di suonare “canzoni tra amici” in maniera acustica, non era importante dove, se fosse la strada o sul palco. La band nasce nel 1993 e il loro primo album è datato 1996: “Il circo mangione”. Il fenomeno è nazionale e anche internazionale, dove arrivano a tutto il pubblico sempre in chiave allegro e ballabile. Quello che sorprende è di vedere il pubblico dei live che duetta con loro cantando i pezzi insieme e l’atmosfera armonica e simpatica che si crea.

Pubblicazioni

Nel corso degli anni pubblicano diversi album, vantando collaborazioni in studio e sul palco con artisti del calibro di Max Gazzè, Paola Turci, Daniele Silvestri, Litfiba, senza dimenticare il grande Goran Bregovic. I loro concerti sono feste straripanti d’affetto: il pubblico vi partecipa numerosissimo, cantando infaticabile ogni canzone, duettando con gli artisti sul palco, senza perdersi un solo verso, in uno scambio d’intesa che non smette mai di sorprendere la Banda stessa.

Chi sono i Bandabardò

La Bandabardò, fin dagli esordi a oggi, è formata da Enrico “Erriquez” Greppi, cantante, chitarrista, fondatore ed ideologo della banda, autore dei testi e di gran parte delle musiche, Alessando M. “Finaz” Finazzo, chitarrista virtuoso, Andrea “Orla” Orlandini, chitarrista, Marco “Don” Bach, contrabbassista, Alessandro Nutini “il giovane Nuto” batterista, Federico “Pacio” Pacini fisarmonica e tastiere, Ramon Jose Caraballos, percussioni e pennellate cubane, Carlo “Cantax” Cantini, fonico.

In collaborazione con Marca Aperta e Suoni di Marca.

Redazione

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*